Riflessioni recenti

Expo 2015 e i biglietti venduti visti da un Exporealista

Leggendo i giornali, in particolare Il Sole 24 ore, ho riscontrato una sostanziale differenza tra i biglietti venduti per Expo 2015 certificati il 10 luglio e poi il 1 settembre di questo anno.

Nulla di strano e nessun complotto, ma solo per capire a quale comunicato ufficiale devo far riferimento nel seguire – da lontano – la manifestazione dell’anno.

Entrambi i dati sono stati certificati e garantiti attraverso un complesso sistema che monitora il venduto e l’ingresso all’area espositiva, quindi i dati pubblicati dagli organizzatori sono corretti.

Tuttavia dato che i numeri hanno il loro peso, come le parole, riscontro che il 10 luglio 2015 Il Sole 24 ore ha riportato testualmente: “15,6 milioni di biglietti venduti al 30 giugno, con tanto di certificazione di ogni singolo contratto sottoscritto e, alla stessa data, 8 milioni e 450mila già emessi, con un riscontro ai tornelli di 6,1 milioni di visitatori effettivi nei primi due mesi. Sono i numeri diffusi dalla Società Expo 2015”

Siamo andati in ferie e tornando il 1 settembre 2015 abbiamo letto, sempre su Il Sole 24 ore questa notizia: “Alla data del 31 agosto 2015 i biglietti emessi a Expo 2015 con sigillo fiscale dalla piattaforma ticketing della società che ne gestisce la vendita, ammontano a 13.784.308. Al dato sui biglietti venduti, si aggiunge quello sugli accessi del mese di agosto, che hanno raggiunto quota 3,3 milioni. Complessivamente, dall’apertura della manifestazione alla fine di agosto, gli accessi sono stati 12,2 milioni.

Ricapitolando i biglietti venduti e certificati il 30 giugno erano 15,6 milioni mentre il 30 agosto 13,7 milioni: interrogato mio nipote che si esercita con la matematica per la ripresa della scuola mi riferisce che c’è una differenza di circa 1,9 milioni di euro per l’importo economico – al costo in media di 30 euro a biglietto – è circa 57 milioni di euro.

Visto che sono un Exporealista,  possiamo essere più precisi o semplicemente più chiari nel diffondere i dati ufficiali?

Non vorrei pensare che le cose stiano andando diversamente e si diano i numeri al lotto, ci resterei molto male e sicuramente non verrebbero premiati gli sforzi fatti sino a questo momento.

Grazie.

Commenti

commenti su Facebook

Lascia un commento