Riflessioni recenti

Farsi una Striscia nel parco a Bologna

Dalla “dotta” alla “ladrona”, Bologna è presa in ostaggio da dei criminali.

Sulla troupe di Striscia la Notizia aggredita e derubata ieri al parco della Montagnola a Bologna, non c’è molto da dire.

Sono pochi i bolognesi che non conoscono l’inciviltà e il degrado che regnano in quel parco. Da gente che si buca alla luce del sole, a offerte di “merce” in un italiano stentato, a scippi e aggressioni. Gli operatori di Striscia giravano un servizio sullo spaccio in Montagnola, facevano insomma il loro lavoro di giornalisti d’inchiesta.

Dopo aver finto una “transazione” si rivelano e denunciano da un megafono gli spacciatori.

Ma tranquilli, nessuna paura. Fossimo stati in una pacifica società civilizzata e perbene, i presenti si sarebbero voltati, indignati, avrebbero visto la scena, lo spacciatore si sarebbe vergognato a morte. Il malvivente sarebbe scappato, magari sarebbe pure stato preso. Ma no, sto esagerando.

A Bologna non si prendono, gli spacciatori. Anche stavolta, hanno preso loro: le telecamere, i soldi del finto acquirente, i microfoni e chissà cos’altro. Sono arrivati in un gruppo di dieci e sono scappati.

Ma quando è successo che Bologna diventasse peggio di Scampia?

E non è polemica. Lo dicono i dati del Ministero dell’Interno.

La dotta, la ricca Bologna, sede della prima università al mondo. Conta 6641 reati all’anno, ogni 100mila abitanti. Chissà quanti ne avrà Napoli, direte. E invece Napoli si assetta sui 4378.

Abbiamo vinto noi!

Noi con le nostre forze dell’ordine che sono sotto nell’organico.

Con gli studenti che si appropriano illegalmente degli spazi pubblici, e sporcano e fanno movida a loro piacimento.

Noi, con i nostri spacciatori che rimangono gli unici capaci di fare gruppo, gli unici con abbastanza senso di comunità da aggredire la troupe che molesta i loro compagni di criminalità.

E’ triste, ma è così.

E’ ancora più triste perché sono quasi sicuro che nessuno si straccerà le vesti per il mondo del giornalismo, come è stato fatto a Ostia non troppo tempo fa per l’aggressione della troupe di Nemo.

Bologna “la dotta” diventa “la ladrona”. Direi che hanno vinto loro.

Commenti

commenti su Facebook

Lascia un commento