Riflessioni recenti

Internet e il male dell’indifferenza

Un ragazzino di 15 anni, su Facebook,  ha annunciato ed avviato un conto alla rovescia per andare nell’aldilà e come se fosse un gioco, allo scadere del conto,  si è impiccato.

Compagni di scuola, amici su Facebook non hanno capito e nessuno gli ha chiesto se scherzasse, se stesse giocando. Ora le domande non servono a nulla.

Una vita non c’è più e forse con minimo di dialogo si sarebbe potuta salvare.

Facebook è il social network per eccellenza, ma ad abitarlo devono essere "umani" capaci di mostrare sensibilità, se perdiamo di vista il senso della vita tutto il resto è solo tristezza e banalità.

Commenti

commenti su Facebook

Lascia un commento