Riflessioni recenti

Guido Scorza il riassunto del 2010

opera fotografica "Plagio" di Penny Volpe

19 minuti e 54 secondi che raccontano un Paese al buio per le iniziative e le attenzioni rivolte all’innovazione e come dare torto alla documentata analisi che Guido Scorza ha riportato. Io sono stato, come altri, protagonista dell’iniziativa Codice Azuni, ma confesso oggi di ritenere di esser stato usato come un burattino.

Ho partecipato ad alcune riunioni, ho lavorato insieme a due splendide persone (che per riservatezza non rivelo) che durante il primo w.e. di agosto hanno rinunciato al mare per metter su un sito (in 36 ore) che contenesse l’iniziativa del Ministro Brunetta….poi il nulla.

Mi sarei aspettato una mail di ringraziamento, magari di rinvio dei lavori a nuova data, magari gli auguri per Natale e invece niente il Codice Azuni si è rivelato il Codice “Morituri” (latino)…perchè a morire c’è la passione e la speranza di vedere un’Italia moderna, produttiva ed orientata alla cultura digitale.

Esprimo con sincerità il mio plauso al racconto di Guido, ancor più rafforzato dal fatto che spesso nel 2010 ci siamo trovati ad esprimere (sempre con lealtà e rispetto) posizioni e giudizi in contrapposizione, vedi da ultimo la proposta di Rodotà sull’art.21-bis Cost. sulla quale sono perplesso.

Per il 2011 cosa aspettarci?
Auguro a tutti di ritrovare la speranza che qualcosa possa – a breve – cambiare, diversamente speriamo solo che non peggiori…

Il punto 2010 from Guido Scorza on Vimeo.

Commenti

commenti su Facebook

Lascia un commento