Riflessioni recenti

Un cane lanciato nel vuoto tra le risate della crudeltà

Il 24 aprile 2011 su Facebook è stato pubblicato, da un ragazzo egiziano, questo video in cui viene mostrata “un’azione di forza e coraggio”…ovvero prendere un cane per il muso e la coda e lanciarlo nel vuoto da un altezza di 20 metri.

Guardo il filmato, lo rivedo, lo analizzo per cercare di capire se si tratta di un “fake”, purtroppo fotogramma per fotogramma risulta la drammatica verità di quel gesto criminale.

Non esistono parole di condanna, ogni parola non affermerebbe appieno la crudeltà del gesto.

Restano decine di interrogativi, uno tra tutti: come mai le forze di polizia egiziane non hanno indagato il giovane, subito identificato nella community in Facebook? 

La crudeltà verso gli animali è il primo campanello d’allarme dell’inciviltà dell’Uomo, il secondo vede come oggetto gli anziani e il terzo i bambini.

Invito chi legge questo post ad attivarsi con ogni mezzo per attuare ogni forma di sensibilizzazione verso il rispetto per gli animali, affinché gesti del genere non restino nel silenzio.

Il video dell’esecuzione capitale, sul cane indifeso, lo sconsiglio per la visione, tuttavia per l’attendibilità della fonte lo riporto di seguito:

Commenti

commenti su Facebook

6 Comments

  • Jo

    30 aprile 2011 at 14:20

    La visione di simili violenze gratuite verso forme di vita indifese sono abbominevoli!
    Purtroppo non serve andare lontano per trovare simili criminali…anche i vicini di casa possono essere tanto crudeli…
    non saprei in che modo definire quelli che 11 gg fa hanno tentato di uccidere i miei cani con polpette appetitose FARCITE di SPILLI, cioè quei CHIODI molto affilati e senza testa che si usano per i battiscopa…
    Due su quattro hanno dovuto subire un intervento d’urgenza, riportando cmq varie forature interne; fortunatamente sono tutti vivi!
    E quel che ancor più indispone è poi l’ipocrisia di sentire parlare queste “persone” riguardo a questi o altri argomenti in modo contradditorio a seconda se il problema li riguardi personalmente o meno!

  • Eliana

    30 aprile 2011 at 17:46

    Non guardo questi filmati, sento rabbia, anzi divento una furia…in questi giorni ho riflettuto sulla mia “incoerenza” ho deciso: non mangerò più carne! Condivido il tuo articolo Massimo!

  • cristina

    30 aprile 2011 at 20:46

    che bestia….sono scioccata…farei la stessa cosa a lui ma da un piano inferiore così che non possa morire sul colpo ma farsi solo male e soffrire!!

  • Federico Bo

    30 aprile 2011 at 20:55

    Temo che in questo caso c’entri anche un fatto culturale e religioso, visto che per la religione mussulmana i cani sono considerati esseri impuri. Ci sono problemi anche con i cani per ciechi in alcuni paesi arabi.

  • ALESSIA BERGAMINI

    30 aprile 2011 at 21:37

    odio profondamente le persone che non sanno avere rispetto della vita in ogni sua forma. Queste persone abominevoli e prive di ogni qualsivoglia tipo di coscienza dovrebbero essere punite severamente e invece la passano liscia. Mi viene una rabbia qnd vedo queste cose……e mi vergogno di appartenere al genere umano. Gli animali come noi vivono su questo pianeta e come noi cercano di “sopravvivere”. Come noi sono stati cuccioli e poi a loro volta genitori. Come noi hanno sentimenti ed emozioni (basta guardare i loro occhi). Come noi provano felicità, rabbia e dolore. Sono esseri senzienti come noi. Vengono maltrattati nei modi più crudeli senza nemmeno potersi difendere e queste “persone” si sentono forti dopo aver fatto gesti simili!!!!
    Io ogni volta che vedo immagini così non riesco a fare a meno di piangere pensando a quello che un povero animale deve passare se finisce in mani simili.
    Sono disgustata e amareggiata.
    Vorrei fare qualcosa per poter cambiare la coscienza delle persone e far capire a tutti che la vita degli animali va rispettata come quella di chiunque perchè cane, gatto, delfino, foca, pesce, mucca, coniglio, maiale, cavallo o uomo le nostre sono sempre delle vite e siamo tutti fatti di carne e sangue.
    Alessia

Lascia un commento